Grazie ai termostati intelligenti, le smart home sono già una realtà

Pubblicato il 18 Ott 2018in Ultime Notizie

Risparmio economico, risparmio energetico e connettività: questi i tre parametri garantiti dalle smart home, i cui dispositivi stanno cambiando il mercato

Le smart home? Non più una suggestione del futuro, ma già parte del nostro presente. Le soluzioni intelligenti per il riscaldamento e la climatizzazione, infatti, sono tra le più gettonate per le famiglie di oggi. E l’internet delle cose viene visto come un’opportunità, capace di incidere al meglio sulla qualità della vita quotidiana delle persone.

Sono numerosi, infatti, i dispositivi già presenti sul mercato, che stanno permettendo alle smart home di costituire una preziosa alternativa alle tecnologie tradizionali. E un esempio, da questo punto di vista, è rappresentato dai termostati intelligenti, che stanno letteralmente invadendo il mercato.

Risparmio economico, risparmio energetico, e connettività. Sono queste le tre parole-chiave delle smart home e dei termostati intelligenti. Che vengono preferiti sempre di più agli impianti standard, proprio per la loro capacità di tagliare sui consumi, con una stima che va dal -30-35% al -20-25% ogni mese.

Un ventaglio percentuale, frutto dalla presenza delle testine elettroniche sulle termo-valvole dei caloriferi. Una configurazione intelligente, questa, in cui in ogni stanza è presente un monitoraggio costante della temperatura, che rende possibile il taglio dei consumi. E conseguentemente, quello dei costi. A fronte di una spesa iniziale stimata di circa 600 euro, il rientro dell’investimento in una smart home è concreto. E in questo contesto, la tecnologia continua a correre.

Un’ulteriore conferma arriva dal nuovo cronotermostato prodotto dalla società Avidsen, WIFI Touchscreen, che rafforza il connubio tra risparmio energetico e connettività. Questo termostato smart, infatti, è regolabile anche a distanza attraverso un’app per smartphone che permette di controllare qualsiasi apparecchio di riscaldamento e raffreddamento all’interno di un appartamento, in qualsiasi momento, da qualsiasi parte del mondo.

L’internet of Things si intreccia comunque con la strada delle smart home in più modi. Basti pensare al caso di Ambi Climate, un dispositivo che utilizza l’intelligenza artificiale per la gestione dei sistemi di condizionamento dell’aria fredda o calda. E che permette, tra le altre cose, l’accensione automatica del climatizzatore all’arrivo della prima persona in casa, o la tracciabilità in tempo reale di parametri come umidità, previsione meteo, ora del giorno, con l’obiettivo di garantire un clima perfetto.

Un altro esempio, virtuoso, invece, arriva da Tado°. Un’azienda che ha introdotto una nuova generazione di termostati intelligenti, capaci di migliorare la qualità dell’aria all’interno dell’abitazione, per renderla più salutare. Come? Attraverso la nuova skill “Benessere Ambientale”, che si aggiunge a quelle già presenti nei dispositivi precedenti, e che è applicabile tramite l’uso di un’applicazione per smartphone, completamente rinnovata.

Tre casi in cui il taglio dei consumi e la crescita del benessere passano dall’innovazione. E in cui l’innovazione si alimenta attraverso gli esempi virtuosi delle smart home. Oggi, così come domani.


Commenti per Grazie ai termostati intelligenti, le smart home sono già una realtà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.