Con la connessione LiFi, internet andrà alla velocità della luce

Pubblicato il 7 Nov 2018in Ultime Notizie

Nel 2021, sarà Dubai la prima città del mondo a usare la connessione LiFi, che permetterà di navigare su internet a una velocità 100 volte superiore al WiFi

La connessione LiFi rivoluzionerà l’era della tecnologia wireless, e lo farà molto prima di quanto si possa credere. Tra qualche anno, infatti, per navigare online basterà un led. E i risultati saranno sorprendenti: una connessione 100 volte più veloce del WiFi, e senza l’influenza delle interferenze che caratterizzano il wireless di oggi.

La connessione LiFi, infatti, diminutivo di “Light Fidelity”, sfrutta lo stesso protocollo del WiFi, ma con una differenza significativa: utilizza la luce Led come mezzo di connessione, e trasmette i dati attraverso onde luminose invece che tramite onde radio. Questo significa che, almeno teoricamente, questa tecnologia necessita di un’esposizione diretta e continua alla luce, per mantenere la connessione viva. La realtà, però, ci dice che i processi innovativi hanno già “superato” questo problema, attraverso lo studio di implementazioni che evitano le interruzioni nel passaggio tra un punto di luce e l’altro.

L’eliminazione delle interferenze presenti oggi nel WiFi permetterà alla connessione LiFi di aprire nuovi scenari per il futuro. Un esempio su tutti? L’opportunità di utilizzare internet anche in ambienti in cui oggi la connettività è per tutti molto difficoltosa. Sui voli aerei, ad esempio. O negli ospedali. O ancora nelle gallerie delle metropolitane.

Il potenziale di questa nuova tecnologia è enorme. Secondo un test del 2015, la velocità media può essere già oggi di circa 50 gigabyte al secondo, sfruttando una luce che viaggia tra i 400 e gli 800 terahertz. Questo significa che grazie alle connessioni LiFi potremmo scaricare un film in meno di mezzo secondo. Ed è solo l’inizio. Perché in laboratorio, il picco raggiunto è stato di ben 200 gigabyte, ovvero un valore di cento volte superiore alle normali connessioni WiFi di oggi.

Questa tecnologia rappresenta il futuro. Un futuro, però, non così lontano. Nel 2021, infatti, Dubai sarà la prima città ad essere connessa con il LiFi. Secondo Global Market Insight, il settore varrà ben 75,5 miliardi di dollari entro il 2023. E oltre a Dubai, anche Cina ed Europa sono all’avanguardia nella ricerca e nell’innovazione.

Sono stati infatti i fisici dell’istituto di ottica di Changchum dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali a sviluppare uno speciale tipo di led, il F-CDs, che trasmette dati attraverso luci violette o infrarosse. Mentre arrivano dal vecchio continente gli spunti più interessanti dal punto di vista imprenditoriale. Da una parte pureLi-Fi, la startup scozzese che può contare su 25 milioni di investimento e il supporto di Harald Haas, il professore di Edimburgo che prima di tutti introdusse il concetto di connessione LiFi nel 2012. Dall’altra Velmenni, azienda che sta studiando soluzioni LiFi all’interno degli aerei. Nel mezzo, una realtà italiana.

Stiamo parlando di To Be, startup guidata da Francesco Paolo Russo, che sta lavorando duramente per portare questa nuova tecnologia nel nostro Paese in pianta stabile. Una sfida per tutti, che permetterà alla connessione LiFi di stravolgere anche in Italia il concetto di connettività.

 


Commenti per Con la connessione LiFi, internet andrà alla velocità della luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.