CeBit 2017, ad Hannover il tema più caldo è stato quello della digital transformation

Pubblicato il 6 Aprile 2017in Ultime Notizie

Robotica e Industry 4.0, intelligenza artificiale e smart city: al CeBit 2017 si è parlato di futuro e la digitalizzazione dei servizi si è ritagliata un ruolo preponderante

 

Oltre 3mila espositori e 118 aziende da 70 Paesi di tutto il mondo, più di duecentomila visitatori in quattro giorni: al CeBit 2017 di Hannover, fiera dedicata alle ultime frontiere dell’innovazione tecnologica, la digital transformation si è ritagliata un ruolo preponderante.

L’edizione 2017, che si è svolta dal 20 al 24 marzo scorso, ha visto come Paese partner il Giappone e come tema caldo la digitalizzazione dei servizi. L’innovazione tecnologica del resto è in continuo divenire e le prospettive, in termini di investimenti e di scenario, per il mondo digital sono sempre più rosee. Industry 4.0, Intelligenza artificiale e smart city hanno tenuto banco durante tutta la quattro giorni, nel corso di un evento che ha visto intervenire ospiti illustri: da Ray Kurzweil a Edward Snowden, fino alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

I dati di oggi parlano chiaro. Come dimostrato anche nell’ultimo webinar di Mattew Finnie, CTO Interoute, la digital transformation è una sfida tecnologica che non si può più rimandare. Per vincerla, però, le aziende dovranno dimostrarsi capaci di pianificare bene gli investimenti per intraprendere il cammino del cambiamento, riposizionandosi sul mercato e intercettando le richieste dell’innovazione.

Tutti concetti che sono emersi durante i numerosi incontri del CeBit 2017 di Hannover, che ha acceso tra le altre cose anche i fari sulla robotica: dai veicoli robotizzati alle chatbot, dai robot volanti a quelli antropomorfi. Nel corso dell’evento, ad esempio, il docente giapponese dell’Università di Osaka Hiroshi Ishiguro ha stupito i visitatori con la presentazione di un proprio gemello digitale. E nel complesso, un altro tema che è emerso è stato quello degli assistenti virtuali: ci riferiamo a tutti quei “robot online” che impattano sempre di più sulla quotidianità e sui servizi offerti dalle singole organizzazioni, interagendo con il cliente.

Non solo. Parlare di digital transformation al CeBit 2017 è significato anche approfondire un ulteriore ambito in evidente crescita: l’evoluzione della smart mobility, tema caldo anche in Italia. Se una recente ricerca patrocinata da Assolombarda ha evidenziato il ruolo della città di Milano nel contesto europeo, al CeBit 2017 è stata sottolineata invece l’importanza della digitalizzazione dei servizi applicata alla gestione logistica delle città nel suo complesso. Oggi, il 54% delle persone vive infatti in un contesto urbano ed entro il 2050 ci si attende che questa percentuale possa lievitare al 66%. Rendere quindi le infrastrutture cittadine più innovative, accessibili, semplici da vivere e comode per le persone rappresenta una sfida prioritaria.

Da questo punto di vista, la digital transformation potrà supportare le comunità e affermarsi pienamente nel processo di quella rivoluzione digitale che è già in atto. Il CeBit 2017 ha accolto le proposte e le provocazioni delle aziende IT. Ora la sfida è quella di mettere in pratica nella quotidianità delle persone, le eccellenze digitali frutto degli investimenti.

 


Commenti per CeBit 2017, ad Hannover il tema più caldo è stato quello della digital transformation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.